Martin Auer: La Strana Guerra, Racconti per una Cultura di Pace

   
 

Il sognatore

Please share if you want to help to promote peace!

Tradotto da Cristina e Alberto Annicchiarico

Revisionato da Giovanna Rampone

Il sognatore
Il ragazzo blu
Il Pianeta delle carote
Paura
Ancora Paura
Gli Strani Abitanti del Pianeta Hortus
Due Combattenti
Uomo Contro Uomo
La Grande Guerra su Marte
Lo Schiavo
I Contadini che ci sapevano fare coi Numeri
La Strana Guerra
Serpente Stella
Ingorgo
I Due Prigionieri
Il denaro
La storia di un buon Re
Parole Aperte
La Bomba
Foreword
Download (Tutte le storie in formato stampabile)
Guestbook
Relativamente al traduttore
Relativamente all\'autore
Mail for Martin Auer
Licenza
Creative Commons licence agreement

C'era una volta un uomo che era un sognatore. Era convinto, per esempio, che doveva esserci un modo per vedere a chilometri e chilometri di distanza,oppure un modo per mangiare la minestra con la forchetta.Credeva possibile un modo per far stare la gente in equilibrio a testa in giù, ed era sicuro che doveva esserci un modo per far vivere la gente senza paura.

Gli dicevano "Non si può fare nessuna di queste cose; sei un sognatore!" E ancora, " Devi aprire gli occhi e accettare la realtà!" E ancora, "La natura  ha le sue leggi, e non sarai tu a  cambiarle!"

Ma l'uomo diceva: "Non so.deve pur esserci un modo per respirare sott'acqua. E ci sarà pure un modo per dare a tutti qualcosa da mangiare. E un modo per far imparare a chiunque quello che vuole sapere. E uno per guardare dentro alle pance della gente."

E gli dicevano" Riprenditi, ragazzo; tutto questo non accadrà mai. Non basta dire che si desidera qualcosa, perché accada. Il mondo va come va, e non c'è altro da dire!"

Dopo l'invenzione della televisione e degli apparecchi a raggi X, l'umanità  è riuscita a vedere a chilometri e chilometri di distanza, e anche dentro la propria pancia. Ma nessuno ha detto all'uomo che sognava "Okay, dopo tutto non avevi tutti i torti:" E nessuno gli ha detto qualcosa dopo che qualcuno ha inventato le mute da immersione che permettono di respirare facilmente sott'acqua. Ma l'uomo diceva tra sé e sé: Esattamente come pensavo. Forse un giorno sarà anche possibile andare d'accordo e non fare più  guerre.

Dopo l'invenzione della tivù e degli apparecchi a raggi x  l'umanità fu in grado di vedere a migliaia di chilometri di distanza e poté guardare cosa c'è dentro la pancia, ma nessuno disse al sognatore: "Va bene, ci rendiamo conto che, in fondo, non avevi tutti i torti". Nessuno gli disse nulla neppure quando fu inventata la muta per le immersioni, che permette alle persone di respirare facilmente anche sott'acqua, ma egli pensò fra sé e sé: "Questo è proprio ciò che io avevo immaginato. Forse un giorno sarà persino possibile andare d'accordo e non fare più la guerra".

   
 

Il contenuto di questo sito è auto prodotto dagli utenti registrati. Se noti qualcosa che richiami allo spam o all'uso improprio, per favore contatta l'autore.